La ventennale storia del Moto Club Umbria si basa sulla solidità di un gruppo di lavoro che ha sempre incluso nuove figure senza mai davvero cambiare il proprio nucleo, nè i princìpi fondanti alla base di questo team. Ci siamo trovati vent’anni fa attorno ad una stessa idea: organizzare eventi che potessero essere occasioni di conoscenza del territorio e riversando nella struttura dell’evento tutte le capacità organizzative conquistate sul campo e rafforzate dalle specifiche competenze professionali di ognuno.

La solidità di questo metodo ha fatto sì che il Moto Club Umbria attirasse ed accogliesse al suo interno anche membri residenti in altre regioni, che mai avevano incontrato altrove una squadra compatta e unita. Dalla collaborazione stretta e dall’assidua frequentazione sono nate grandi amicizie che hanno contribuito a rafforzare le sinergie del gruppo fino a renderlo una macchina organizzativa agile, coordinata ed efficace. Fondato nel 1999 dalla stessa squadra dirigente che lavora sempre in modo diretto agli eventi, oggi conta su un formidabile staff in grado di coprire tutti i ruoli dell’evento, dalle ricognizioni in moto, all’assistenza sul percorso, passando per un gruppo logistico, il Media-Team ed esperti eno-gastronomi sanno come curare l’ospitalità.

Filippo Ceccucci si confronta con Luca Trosino e Alessio Gigliotti durante una verifica del road-book di Anàbasi 300
anno 2007: Filippo Ceccucci e Marco Castaldi
Filippo Ceccucci e Juri Farina (noto come Lillo)
durante una scuola di Rally nel 2006
(2019) parte del gruppo di lavoro
Juri Farina, Luca Trosino, Daniele Bartolini, Nicola Morgantini, Alessio Gigliotti, Filippo Aggravi, Alvise Raimondi, Filippo Ceccucci e Michele Panzera
Stefano Lazzarini, Filippo Ceccucci, Alvise Raimondi, Stefano Brondi, Hibiki Sawada, Nicoletta Montagnolo (2019)