I nostri Partner per Rally dell’Umbria 2020

Un grande evento come Rally dell’Umbria è costruito con passione, competenza e cura: vogliamo ringraziare chi si è unito a noi per dare il massimo a chi partecipa ad un evento lungo e complesso come il nostro:

Grazie a Race Store S.r.l.: Antonello, Lorenzo e Omar si sono prodigati per offrire il massimo supporto: a fronte anche di piccoli inconvenienti tecnici occorsi ai nostri partecipanti, il furgone di Race Store è partito all’istante per portare le moto in officina, dove eccellenti meccanici non hanno esitato a lavorare per tre giorni, fosse anche fino a notte fonda.

C’è chi è stato riaccompagnato in hotel, chi ha ricevuto una “moto di cortesia”, chi ha ritrovato la sua moto perfetta la mattina sotto all’albergo: tutto con l’unica finalità di permettere a chi è venuto a Rally dell’Umbria di non dover abbandonare la sua avventura. Grazie!

Grazie ad Amphibious Dry Equipment, che dal 2018 supporta il nostro staff con i propri prodotti a prova di marshall (non avete idea di cosa abbiano necessità di trasportare i tanti ragazzi del Moto Club Umbria che pattugliano il tracciato: dai regolatori di tensione alle caciotte, passando per macchine fotografiche, treppiedi, leve per pneumatici… davvero di tutto!).

Sfango, una nuova strumentazione Rally semplice ed efficiente, che nasce dalla lunghissima esperienza e dalla competenza di un appassionato che, insoddisfatto dal mercato, ha deciso di far da se! (ne sentirete parlare…)

WHIP.Live, la APP di monitoraggio (ma che fa molto di più!) che esordì in versione sperimentale al Rally dell’Umbria 2018 e che ci consente di monitorare per ragioni di sicurezza i quasi 200 mezzi che sono sul tracciato di Rally dell’Umbria

Grazie a Palomba & Co. BMW Motorrad, presente con lo stand di assistenza clienti BMW ai Giardini Carducci e in rappresentanza del BMW Motorrad Club Umbria

Rally dell’Umbria vuole essere anche un’esplorazione dei gusti della nostra tradizione, offerti ai ristori e come ricordo dei nostri sapori, da riportare a casa.

Articolo precedente

Grazie Umbria!